L'Art. 9 dello "Statuto Consortile" definisce organi del Consorzio:






Gli organi amministrativi sono rinnovati ogni 5 anni: le ultime elezioni, tenutesi l'11 marzo 2012, hanno determinato la seguente struttura amministrativa:

COMMISSARIO STRAORDINARIO:

Dott.ssa NICOLINA DEL BIANCO

(Con poteri del Presidente e del Comitato Esecutivo)

D.P.G.R.Molise n. 12 del 09/02/2017

 

PRESIDENTE:


I Commi 1 e 2 dell'Art. 22 dello "Statuto Consortile" recitano quanto segue:

1. Il Presidente ha la legale rappresentanza del Consorzio e gli sono attribuite le competenze di rappresentante generale dell’Ente (es. Associazioni di categoria, ecc.).

2. Il Presidente esercita le seguenti principali funzioni:
a) sovrintende l’Amministrazione consorziale;
b) convoca e presiede il Consiglio dei Delegati e il Comitato Esecutivo e svolge le altre funzioni previste dal presente Statuto;
c) firma i ruoli di contribuenza e le delegazioni sui contributi consortili;
d) promuove le azioni possessorie, i provvedimenti conservativi ed in genere tutti i ricorsi e le azioni aventi carattere d’urgenza, sottoponendoli alla ratifica del Comitato Esecutivo;
e) sovrintende ai pagamenti e alle riscossioni in esecuzione delle delibere degli organi consorziali, controfirmando i relativi atti;
f) firma i contratti, gli altri atti e la corrispondenza con facoltà di delegare il Direttore;
g) affida incarichi professionali a esterni;
h) cura l’esecuzione delle deliberazioni degli organi consorziali;
i) sottoscrive gli accordi sindacali di ambito locale;
j) può dare autorizzazione al Direttore a stare o resistere in giudizio;
k) denuncia le infrazioni alle norme di polizia idraulica e di bonifica rilevate dagli uffici;
l) stipula, sulla base delle deliberazioni del Comitato Esecutivo, gli accordi di programma di cui al precedente art. 4;
m) nomina del Direttore;
n) delibera in caso d’urgenza tale da non consentire la convocazione del Comitato Esecutivo, sulle materie di competenza del Comitato Esecutivo. Tali deliberazioni, più quella di cui alla lettera m), devono essere sottoposte alla ratifica del Comitato Esecutivo nell’adunanza immediatamente successiva.

 

VICE PRESIDENTE:


Il Comma 1 dell'Art. 23 dello "Statuto Consortile" recita quanto segue:

1. Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in caso di assenza o di impedimento e lo coadiuva nell’espletamento delle sue funzioni.

 

COMITATO ESECUTIVO - CONSIGLIERI ELETTI DALL'ASSEMBLEA:


Il Comma 3 dell'Art. 18 dello "Statuto Consortile" recita quanto segue:

3. I componenti il Comitato Esecutivo, compresi il Presidente e il Vice Presidente, sono stabiliti nel numero complessivo di cinque.

Il Comma 1 dell'Art. 19 dello "Statuto Consortile" recita quanto segue:

1. Spetta al Comitato Esecutivo:
a) approvare l’elenco degli aventi diritto al voto;
b) nominare i componenti dei seggi elettorali e definirne le relative indennità e rimborsi spese;
c) designare propri rappresentanti all’interno di organi esterni ed in particolare in organi consultivi come la Consulta regionale per la bonifica e l’irrigazione prevista dalla Legge regionale n. 42/2005;
d) deliberare di stare o resistere in giudizio davanti all’Autorità giudiziaria ed a qualsiasi giurisdizione speciale, nonché sulle eventuali transazioni;
e) predisporre lo Statuto, i regolamenti di amministrazione, il piano di organizzazione variabile, nonché il regolamento per le elezioni;
f) provvedere alla costituzione, modificazione e risoluzione dei rapporti di lavoro del personale dipendente;
g) predisporre il bilancio di previsione, il conto consuntivo e le relative relazioni;
h) deliberare sui ruoli di contribuenza, sulla base del piano di classifica e del bilancio preventivo, deliberati dal Consiglio dei Delegati;
i) deliberare sui finanziamenti provvisori e sulla costituzione in pegno o cessione in garanzia, per lo svolgimento di operazioni necessarie per l’adempimento delle finalità istituzionali dell’Ente, di crediti nei confronti dello Stato, della Regione, di Enti e di privati;
j) deliberare sui progetti preliminari, su quelli esecutivi e definitivi, anche ai fini della manutenzione ed esercizio delle opere, sulle perizie anche suppletive, di variante e di assestamento nonché sugli adempimenti dovuti e consequenziali all’esecuzione e collaudo dei lavori;
k) deliberare sulle domande di concessione e di finanziamento dei lavori pubblici;
l) disporre sull’affidamento dei lavori, servizi e forniture ai sensi delle vigenti disposizioni di legge e regolamento;
m) deliberare sugli accordi di programma di cui al precedente art. 4;
n) disporre per l’aggiornamento del catasto consortile, nonché dell’elenco degli scarichi nei canali consortili e dei relativi atti di concessione;
o) predisporre ed aggiornare il piano per l’organizzazione dei servizi di emergenza del settore della bonifica che indica, fra l’altro, l’apparato organizzativo preposto al funzionamento delle strutture di bonifica;
p) predisporre l’elenco annuale ed il piano triennale degli interventi da approvarsi da parte del Consiglio dei delegati unitamente al bilancio di previsione;
q) deliberare sugli acquisti e le alienazioni di beni mobili, sulle locazioni e conduzioni dei beni immobili;
r) dare attuazione agli indirizzi generali approvati dal Consiglio dei delegati;
s) deliberare sui servizi di Esattoria, Tesoreria e Cassa;
t) sovrintendere alla regolare conservazione e manutenzione delle opere e dei beni consorziali;
u) decidere sulle opposizioni proposte avverso le proprie deliberazioni;
v) provvedere sulle materie che non siano espressamente attribuite alla competenza di altri Organi consorziali o della Direzione dell’Ente, sempre che non ritenga di sottoporle all’esame del Consiglio dei delegati, dandone notizia al Consiglio stesso nella adunanza immediatamente successiva.

CONSIGLIO DEI DELEGATI:

 

CONSIGLIERI:


Dott. VITTORIO NOLA

CARMINE FALCIGLIA

MARIO CELINO
CLAUDIO PELUSO
ANTONIO VERRECCHIA

 

MICHELE D'AGOSTINO (Consigliere Anziano)
ADAMO DI NARDO
MARIO CELINO
RAFFAELE COTUGNO
MARIO MASCIO
DOMENICO POMPEO
VOLPE DOROTHY

NICANDRO ANGIOLILLO*
ENZO BIANCHI*
MICHELE VALLONE*

* Membri nominati dal Consiglio Regionale


Il Comma 1 dell'Art. 15 dello "Statuto Consortile" recita quanto segue:

1. Il Consiglio dei delegati è composto da quindici membri di cui dodici elettivi e tre nominati dal Consiglio Regionale con voto limitato. Il Consiglio Regionale provvede alle nomine di sua competenza entro trenta giorni dalla conclusione delle operazioni elettorali presso il Consorzio. Negli ultimi tre giorni del predetto termine, ove le nomine non siano state ancora deliberate, vi provvede il Presidente del Consiglio Regionale.

I Commi 1 e 2 dell'Art. 16 dello "Statuto Consortile" recitano quanto segue:

1. Il Consiglio dei delegati determina l’indirizzo operativo ed amministrativo del Consorzio e ne controlla l’attuazione; esercita la potestà regolamentare attribuitagli dalle leggi e dal presente Statuto; approva i piani e programmi dell’attività consortile.
2. Spetta, in particolare, al Consiglio dei delegati:
a) convalidare la proclamazione degli eletti alla carica di consigliere ai sensi delle norme statutarie;
b) eleggere, tra i suoi membri elettivi, con separate votazioni, adottate a scrutinio segreto, con la maggioranza assoluta dei suoi componenti, il Presidente e poi il Vice Presidente;
c) eleggere, con voto segreto e con la maggioranza assoluta dei suoi componenti, tre componenti del Comitato Esecutivo tra i membri eletti dall’Assemblea, le preferenze esprimibili non devono essere superiori ai due terzi dei componenti da eleggere;
d) determinare ed aggiornare le indennità, i rimborsi spese e i gettoni di presenza per i componenti del Comitato Esecutivo nonché i gettoni di presenza ed i rimborsi spese per i componenti del Consiglio dei delegati e le indennità e i rimborsi spese dei Revisori e per coloro che rivestono particolari incarichi, nel rispetto dei criteri e dei limiti stabiliti dalle direttive ricevute dalla Giunta Regionale;
e) adottare lo Statuto e le sue eventuali variazioni;
f) adottare i regolamenti per l’amministrazione del Consorzio, il piano di organizzazione degli uffici e per l’ordinamento del personale e le eventuali modifiche;
g) approvare il bilancio di previsione (entro il 15 dicembre) e le relative eventuali variazioni e il conto consuntivo (entro il 30 giugno successivo alla chiusura dell’esercizio);
h) approvare gli indirizzi generali di gestione e gli accordi di programma;
i) adottare il regolamento per le elezioni;
j) elaborare e adottare il piano generale di bonifica;
k) convocare l’Assemblea dei consorziati per le elezioni del Consiglio dei delegati;
l) adottare il piano di classifica per il riparto delle spese di manutenzione ed esercizio delle opere in gestione al consorzio, nonché delle spese generali di funzionamento;
m) deliberare l’assunzione di mutui;
n) deliberare sull’acquisto e sull’alienazione di beni immobili, nonché sulla costituzione, modificazione ed estinzione degli altri diritti reali immobiliari;
o) deliberare la costituzione, nel suo interno, di commissioni aventi compito di istruire e riferire, in sede consultiva, su materie di sua competenza;
p) deliberare la partecipazione con responsabilità limitata ad Enti, Società consortili e a Società miste, previa autorizzazione della Giunta Regionale;
q) deliberare la decadenza dalla cariche qualora ricorrano le condizioni di cui agli artt. 27 e 28 del presente Statuto;
r) approvare il capitolato, predisposto dal Comitato Esecutivo, disciplinante modalità e condizioni del servizio di tesoreria;
s) deliberare su tutti gli argomenti sottoposti al suo esame dal Comitato Esecutivo.

 

COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI:

DOTT. TONIO SIRAVO (Presidente)
DOTT.SSA MARIA PILLA (Componente)
DOTT. GIOVANNI PETROLLINI (Componente)

ALFONSO COLALILLO (Supplente)
 PAOLO GIANFAGNA (Supplente)


I CommI 1 e 6 dell'Art. 38 dello "Statuto Consortile" recitano quanto segue:

1. Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto da tre membri effettivi e due supplenti, che sono nominati dal Consiglio Regionale, con voto limitato o se richiesto, con votazioni separate. Le nomine sono effettuate a norma della legge regionale n. 16/2002.
6. Il Collegio dei Revisori:
a) vigila sulla gestione del Consorzio;
b) presenta al Consiglio dei delegati una relazione sul bilancio preventivo, sulle relative variazioni e sul rendiconto consuntivo ed esprime proprio parere sugli atti di variazione di bilancio;
c) accerta la corrispondenza del bilancio e del conto consuntivo alle risultanze dei libri e delle scritture contabili;
d) esamina e vista trimestralmente il conto di cassa.

 

Torna Su

LUIGI GIORGIO